Segnalazione: Le uscite di giugno targate Longanesi!

log-longanesi-bianco.pngperla
                               

Uccidere è un crimine.
E tradire?

                                   
ELLE CROFT
L’amante innocente




Nel suo romanzo d’esordio, L’amante innocente, Elle Croft esplora il mondo inquietante del domestic thriller. Con la vicenda della sua protagonista, Bethany, l’autrice indaga i confini sfuocati tra innocenza e colpevolezza, chiedendosi se basti un solo piccolo errore per rovinare tutto ciò che si è costruito nell’arco di una vita.
La vita di Bethany Reston scorre perfetta: da un lato il suo matrimonio felice, dall’altro la relazione extraconiugale con un uomo importante per cui lavora, di cui però nessuno dovrà mai venire a sapere. Tutto cambia quando l’amante di Bethany, proprio poco dopo aver litigato con lei, viene trovato morto, brutalmente assassinato. Per evitare che il suo segreto venga scoperto, e il suo matrimonio distrutto, la donna è costretta a nascondere sia il proprio dolore sia la propria testimonianza alla polizia. Eppure qualcuno è a conoscenza della sua relazione e la minaccia in modo sempre più aggressivo e diretto. È così che per Bethany inizia un incubo, perché tutti gli indizi sembrano indicare proprio lei come l’assassino. L’unica soluzione possibile per la protagonista è trovare ad ogni costo il vero colpevole, anche se questo comporta fare ciò che nessun altro vorrebbe: mettersi sulle tracce di un assassino.

Elle Croft è nata in Sudafrica, è cresciuta in Australia e si è trasferita in Gran Bretagna nel 2010 dopo avere a lungo viaggiato per il mondo con il marito. Lavora come social media specialist freelance e tiene un blog che parla di viaggi, cibo e del vivere a Londra. L’amante innocente è il suo romanzo d’esordio.
Il suo blog è A bird in the hand travelhttp://www.ellecroft.com/blog/.

In libreria dal 14 giugno 2018
Pagine: 360
Prezzo: 18,60

Prezzo: 16,40


 


                                                                                        

Un tesoro nascosto nell’ultima avventura raccontata da Clive Cussler.
                                   
CLIVE CUSSLER
e RUSSELL BLAKE
La leggenda dell’azteco





I coniugi Sam e Remi Fargo tornano protagonisti di un’avventura nata dalla penna di Clive Cussler, La leggenda dell’azteco. Ancora una volta la vita dell’autore, fondatore della National Underwater and Marine Agency, che si occupa di recuperare navi scomparse in modo misterioso, si intreccia indissolubilmente con le avventure narrate nei suoi romanzi.
I coniugi Fargo, amanti dei tesori nascosti e degli antichi misteri, in questo nuovo romanzo sono impegnati sull’isola di Baffin, in Canada, per una spedizione di ricerca ambientale. Nel mezzo della loro missione si trovano davanti un altro tesoro dimenticato: una nave vichinga sepolta nei ghiacci, carica di artefatti precolombiani provenienti dal Sudamerica.
Sembra impossibile, ma con il proseguire delle ricerche emergono indizi che legano i Vichinghi al culto del dio tolteco Quetzalcoatl e ad un oggetto leggendario noto come l’Occhio del Cielo. Sam e Remi non sono però gli unici interessati alla nave, e si ritroveranno a dover indagare tra giungle, templi e antiche sepolture.

CLIVE CUSSLER (Aurora, Illinois, 1931), ispirandosi alle sue imprese e alla sua esperienza di cacciatore di emozioni è diventato un “Maestro dell’avventura”, i cui numerosi romanzi sono tutti bestseller mondiali. Longanesi pubblica tutti i suoi romanzi, tra cui la serie di Dirk Pitt, quella delle Fargo Adventures, quella dei Numa Files, quella degli Oregon Files e le indagini di Isaac Bell nell’America dei primi del Novecento.

                                                                       


Oltre 18 milioni di copie vendute in 37 paesi
con la serie del detective Roy Grace.

«Peter James è un maestro della letteratura poliziesca.»
The Guardian
                                   
PETER JAMES
Una morte in diretta


Da Buckingham Palace (sua madre era guantaia ufficiale della regina Elisabetta) alle scene del crimine dei principali delitti americani: è la storia del poliedrico Peter James, bestsellerista inglese con un’ampia backlist di oltre venti romanzi. Peter James è il creatore della serie di thriller incentrata sul detective Roy Grace, personaggio ispirato a un vero ispettore della polizia di Brighton. I suoi libri sono stati tradotti in 37 lingue e hanno venduto 18 milioni di copie in tutto il mondo, procurandogli il posto n.1 nella classifica del Sunday Times per sette volte consecutive. Peter James è diventato celebre per le sue trame ingegnose, dal ritmo serrato e cinematografico.
In Una morte in diretta Roy Grace si trova a dover affrontare dei serial killers che filmano inquietanti snuff movies: omicidi in diretta che chiunque, pagando una modica cifra, può guardare sul web. Le vittime non si conoscono tra loro e sembrano non avere nulla in comune, come i due coniugi Tom e Kellie Bryce, una coppia rapita e tenuta in catene nello scantinato di una fabbrica. Della loro sparizione nessuno riesce a capire il motivo ma sembra che siano destinati allo stesso macabro destino delle altre vittime, come la giovane donna uccisa a pugnalate e filmata in un dvd che Grace ha trovato sul treno. Sarà proprio lui a dover indagare sui crimini, con l’aiuto della parapsicologia, per salvare i coniugi e trovare la potente organizzazione che si nasconde dietro questo raccapricciante business.

PETER JAMES (Brighton, 1948) dopo una lunga e fortunata carriera come produttore e sceneggiatore cinematografico, si è dedicato a tempo pieno alla scrittura e ha dato vita al personaggio di Roy Grace ispirandosi a un vero ispettore della polizia di Brighton. I suoi romanzi hanno ricevuto importanti riconoscimenti internazionali, tra cui il “Prix Polar International” e il “Prix Coeur Noir” in Francia, il “Krimi-Blitz Award” in Germania e il “Barry” negli Stati Uniti. Della serie dell'ispettore Roy Grace Longanesi ha già pubblicato Voglio la tua morte, Una morte semplice e Il segno della morte.

In libreria dal 21 giugno 2018
Pagine: 456
Prezzo: 19,90

 

                                                                                 

«Il miglior autore contemporaneo di narrativa crime.»
Haruki Murakami

«Lee Child non è solo uno scrittore brillante, ma è anche l’uomo che ha portato 
il thriller inglese sulla vetta delle classifiche mondiali.»
The Guardian
                                   
LEE CHILD
Non sfidarmi

Con oltre 100 milioni di copie vendute nel mondo, Jack Reacher, il personaggio creato dallo scrittore Lee Child, ha conquistato lettori di tutto il mondo. Lee Child ha forgiato il nuovo grande eroe americano, il cavaliere errante del XXI secolo, idealista e non ideologo, individualista ma pronto ad aiutare il più debole. Una serie di romanzi che offre uno spaccato realistico della società americana, giunta sul grande schermo con il protagonista impersonato da Tom Cruise.
Non sfidarmi, il nuovo romanzo di Child, racconta la vita e le avventure di Jack Reacher prima che diventi quel personaggio errabondo e tormentato già noto ai lettori. È il 1996, Jack Reacher ha 35 anni ed è ancora nell’esercito. È appena rientrato da una missione di successo per cui ha ricevuto una medaglia al merito, ma come ricompensa riceve nuovi ordini: deve infatti seguire un corso di studi serale, dove conosce un agente dell’FBI e un analista della CIA, entrambi reduci da missioni di successo. I tre scoprono presto il vero motivo della loro presenza sul posto: una cellula dormiente jihadista ad Amburgo è stata contattata da un corriere saudita in cerca di asilo mentre attende di concludere un affare. Un agente della CIA infiltrato nella cellula è riuscito ad ascoltare una conversazione in cui si parla di dare del denaro a un americano. Chi è quell’uomo e perché servono dei soldi? Reacher e i suoi due nuovi colleghi hanno il compito di indagare viaggiando da un capo all’altro della terra.

Lee Child (Coventry, 1954). Dopo aver lavorato per vent’anni come autore di programmi televisivi, nel 1997 ha deciso di dedicarsi alla narrativa, con il suo primo romanzo Zona pericolosa, con cui ha vinto L’“Anthony Award” per la migliore opera prima. Con il suo secondo romanzo, Destinazione inferno, si aggiudica il “W.H. Smith Thumping Good Read Award”. La saga su Jack Reacher ha venduto milioni di copie nel mondo, e dai suoi libri La prova decisivaPunto di non ritorno, sono stati tratti gli omonimi film con Tom Cruise nei panni di Jack Reacher.

                                                                       

                                                                                         
Un’autrice da oltre 900.000 copie vendute solo in Inghilterra.

Un romanzo che esplora il potere dell’istinto materno.

                                   
C. L. TAYLOR
Il figlio perduto

Dopo il successo ottenuto in patria con i suoi thriller psicologici, C. L. Taylor nel suo ultimo romanzo Il figlio perduto esplora un tema delicato come quello del rapporto tra madre e figlio e racconta l’importanza dell’istinto materno. Nel suo thriller l’autrice parla di una questione molto sentita e attuale come quella dei bambini scomparsi, che campeggia nella cronaca dei giornali di tutto il mondo.
Sono trascorsi ormai sei mesi da quando Billy, quindicenne ribelle e turbolento, è fuggito di casa e da una famiglia disfunzionale, composta dai genitori Mark e Claire, il fratello Jake e la sua fidanzata Kira. Claire è distrutta, ma convinta che il figlio sia vivo, a differenza di ciò che pensa il marito. I personaggi appaiono alienati gli uni dagli altri, affrontano il dolore ognuno in modo diverso, ma sempre solitario. La sofferenza fa cadere Claire sotto il peso dello stress: è affetta da quelle che la sua psicologa definisce “fughe dissociative”. Si sveglia senza sapere dove si trova, insegue ragazzi che sembrano Billy e finisce in situazioni pericolose per ritrovarlo. Ad ogni “risveglio” Claire sembra però essere in grado di aggiungere un tassello al puzzle della scomparsa di Billy. Solo in questo modo sembra riuscire a ricostruire gli attimi che hanno preceduto la separazione da suo figlio, ma inizia anche a dubitare della sua stessa famiglia, ormai avvelenata dai segreti. Si potrà fidare del proprio istinto?

CAROL LOUISE TAYLORnata a Worcester, è autrice di racconti, pubblicati su riviste letterarie e femminili, che hanno vinto numerosi premi.
Attualmente vive a Bristol con il compagno e il figlio. Nel 2015 Longanesi ha pubblicato Il confine del silenzio, il suo primo romanzo, che ha ottenuto un grande successo di critica e di pubblico nel Regno Unito ed è stato pubblicato in tutta Europa, nel 2016 La ragazza senza ricordi e nel 2017 La ragazza in fuga.

Commenti

Letture del mese

Recensione "Warm Bodies" by Isaac Marion

Recensione "La gemella sbagliata" by Ann Morgan

Tienimi per mano al tramonto- Herman Hesse

Recensione “La melodia delle piccole cose” by Carlotta Pugi

Recensione "Il Cuore Dello Sposo" by Elisa Costa

Recensione “Se tu vai via, porti il mio cuore con te” by Silvia Gianatti