Recensione in Anteprima: “Quando mi sei accanto” by Olivia Crosio

Trama:
Courmayeur, estate 1973. Tutto inizia con tre ragazzi in fila indiana, diretti versi la cima del Monte Bianco, insieme senza quasi conoscersi.
Davanti c’è Alex, il ribelle del paese, capelli neri arruffati e atteggiamento da rockstar: un mito per le femmine e insopportabile per gli altri maschi. In fondo c’è Chicco, il bravo ragazzo dall’animo sensibile, camicia e viso pulito da signorino di città. Al centro sta Chiara, per entrambi “la piccola Chiara”, perché ha solo sedici anni e una bellezza innocente che va guidata e protetta. Sanno poco o niente l’uno dell’altra, né possono immaginare che da quel giorno il destino li terrà per sempre uniti. E per trent’anni si allontaneranno e si avvicineranno nei modi più imprevedibili, facendogli sperimentare tutte le follie del cuore.

Recensione
Care lettrici e cari lettori, 
oggi recensirò in anteprima “Quando mi sei accanto” ultimo libro di Olivia Crosio, edito da Dea Planeta, in uscita il 12 giugno 2018. 


Mi piace sapere che ti rivedrò dopo 
che avrai letto questo biglietto, non so
come mi guarderai, o come ti 
guarderò, ma sappi che dentro di me
io ti chiamo Magica.


Ero alla ricerca di una storia d’amore, di una di quelle che ti fanno battere il cuore e sospirare, che ti tengono incollata al libro fino all’ultima parola dei ringraziamenti. Beh, con il naso incollato in mezzo al libro, anzi, sul Kindle, ci sono stata, ho divorato questo libro in meno di due giorni, fortunatamente avevo un po' di tempo libero, perciò, questa volta, lavatrici, fidanzato e gatte non ne hanno risentito. Vi devo confessare, però, che una volta immersa nella lettura, ho provato molto di più che un semplice battito accelerato del cuore, o qualche sospiro; le emozioni  che si sono alterate pagina dopo pagina, sono state le più varie: amore, compassione, tristezza, angoscia. 

Tre storie, tre vite, un legame, anzi, tre legami inequivocabilmente indissolubili. 
Tre punti di vista che si alternano nella narrazione in un arco di tempo di trent’anni. 
Alex, Chiara e Chicco. Tre ragazzi che si conoscono appena Alex, bello e dannato amante degli Stones, gli piace canticchiare Angie cercando addirittura di imitare Mick, grande agli occhi della sedicenne Chiara che ha un viso angelico e sa poco e niente della vita e Chicco, migliore amico del fratello di lei, ragazzo affidabile, premuroso, un porto sicuro. 
Uno stile ironico, accattivante, che tratta con guanti bianchi e in punta di piedi temi davvero “tosti” come la depressione post-partum e la morte. 
Un romanticismo brontiano (e mi riferisco a Emily Brontë autrice di Cime tempestose). Ecco, io, finito "Quando mi sei accanto" mi sono sentita un po' come quando terminai di leggere "Cime tempestose", con un po' di domande in più sul significato del “vero amore” e con un po' di consapevolezza in più sul fatto che il mondo è composto da infinite sfumature, da infinite situazioni e che dunque non bisogna sempre pensare solo in bianco e nero. 

Non conoscevo quest’autrice ed è stata una bellissima scoperta, accompagnata da delle lacrime, ma comunque meravigliosa. Non posso che dare il massimo della valutazione e augurarvi una buona lettura! 

A presto,

Mil Palabras

Commenti

Letture del mese

Tienimi per mano al tramonto- Herman Hesse

Recensione "19 Days" by Old Xian

In piedi, Signori, davanti ad una Donna (William Shakespeare)

Recensione: Il club dei perdenti

Recensione: Tales of Demons and Gods di Mad Snail

Segnalazione: IL NUOVO LIBRO DI JOHN BOYNE - MIO FRATELLO SI CHIAMA JESSICA