Recensione: Le cose che non sai

Trama
Jacky Seever, rispettato ristoratore di Denver, non ha ucciso sua moglie Gloria, né il detective che l'ha inchiodato, Hoskins, né la giornalista che ha seguito il suo caso, Sammie. No, non ha tolto loro la vita; ma di certo gliel'ha rovinata. Gloria lo amava: ma quando un discreto numero di cadaveri viene ritrovato nel suo garage, è sconvolta. Il mondo, però, la condanna lo stesso: come poteva aver davvero mantenuto la promessa fatta al marito di non andare mai a curiosare laggiù? Il detective Hoskins, a sua volta, dopo aver risolto il caso, scopre di non avere risolto le cose con se stesso, e continua a essere ossessionato da Seever: ben presto, viene spostato ai cold cases. Casi congelati come la sua carriera. Quanto a Sammie - la reporter che per prima ha raccontato la storia di Seever, legando inestricabilmente a quello scoop la sua carriera - , per qualche ragione ora vende cosmetici al centro commerciale appena fuori città. E intanto Seever è in galera - a guardarsi lo spettacolo. Così, quando una nuova serie di omicidi molto simili a quelli commessi da lui scuote la città, Gloria, Sammie e Hoskins hanno l'occasione di ricominciare da capo. E di dimostrare a se stessi che sono in grado di riprendere in mano le proprie vite, invece che lasciarle a un assassino.

Recensione

Come sapete, non leggo molti thriller o gialli;  non perchè non siano il mio genere, ma perchè di solito mi mettono, quando sono scritti bene, un senso di profonda angoscia. 
Però ho voluto dare a "Le cose che non sai", un'opportunità perchè la trama mi ha ricordato tantissimo quelle storie poliziesche che da piccola amavo vedere con mia nonna. 

Il romanzo è diviso in vari punti di vista che sono il punto forte dell'autore, in quanto riesce a dare una visione completa di quello che sta succedendo, fornendo al lettore piccoli tasselli che serviranno a capire tutta la vicenda. I protagonisti principali sono cinque, tutti diversi tra loro e assolutamente intriganti. 

Hoskins: Il detective buono. L'uomo tutto d'un pezzo che nonostante il suo lavoro non riesce a vivere in maniera agiata. Un uomo che si fa usare ed è consapevole della cosa. Hoskins è il tipico personaggio che cambia a causa di un evento traumatico; il detective pieno di morale che viene distrutto dall'interno. 

Sammie: La giornalista spudorata. Bella, intelligente, curiosa. Una donna che sa quello che vuole, a cui vengono strappati i sogni.

Gloria: Gloria è il tipico personaggio debole di turno. Una donna che fa finta di non vedere e non sentire finchè le cose vanno secondo i suoi piani. Una donna che conosce i mostri, ma che cena con loro a lume di candela. 

Loren: Forse l'uomo più controverso e misterioso della letteratura. Un cambia identità con i fiocchi che ora è normale e il momento dopo non più... Una persona che vive al limite tra follia e razionalità. 

Seever: Il mostro. 

Lo stile utilizzato dall'autore per parlarci di tutti loro è perfetto, riesce a dare il giusto tocco macabro e di mistero in ogni singola pagina, portandoci alla soluzione e poi rivelandoci che è completamente sbagliata; tutto ambientato in cantine e vicoli bui, nonché nelle profondità dell'animo umano. Cosa sono "le cose che non sai"? Non sono altro che quei pensieri negativi che mettono radici nel nostro corpo e ci spingono ad agire in modo sbagliato, solo perché non abbiamo la forza di parlare. 
 Il messaggio che l'autore vuole dare è che "Tutti diventiamo dei mostri, quando ci viene data la possibilità"; perchè il Mostro è qualcosa che abbiamo dentro e che aspetta solo di essere liberato. 

Ci ho messo un po' per leggere questo romanzo, ma non mi pento di averlo fatto. Azione, omicidi e un intricato mistero conditi con un tocco horror che male non fa. 
Mostro o Esseri Umani?
Prede o Predatori?
 Dove sta la differenza? 

-CuorediInchiostro



Commenti

Letture del mese

Tienimi per mano al tramonto- Herman Hesse

In piedi, Signori, davanti ad una Donna (William Shakespeare)

Recensione "19 Days" by Old Xian

Recensione: Tales of Demons and Gods di Mad Snail

Review Party: recensione "La Mano Scarlatta" by Cassandra Clare e Wesley Chu

Recensione drama: Accidentally in love