Recensione: Persi di Vista

Trama
Régine, ipovedente e ipermalinconica, è in cerca di una dama di compagnia. È anziana e vive in una splendida casa affacciata sul mare di Nizza. Tramite la sua libraia di fiducia contatta Anne-Sophie, ma il giorno del colloquio a presentarsi è invece Sofiane, un ragazzo che proviene da un quartiere difficile. Due persone più diverse non si possono immaginare e un mondo intero li separa ma, contro ogni aspettativa, il destino sembra unirli. Giorno dopo giorno, i due si aprono, condividendo letture e passatempi ma anche un dolore che fino a quel momento sembrava insuperabile.

Recensione

Quando ho iniziato questo libro, non avevo aspettative molto alte, ma fortunatamente mi sono dovuta ricredere. Mi sono innamorata di questo romanzo. 

Persi di vista è la storia di due vite che si intrecciano per caso e che per caso riescono a salvarsi a vicenda. Due vite agli estremi opposti che si completano e completano gli altri. 

Sulla scia di "Quasi amici", Régine, una donna con un passato misterioso e Sofiane, un giovane con una vita distrutta,  fanno amicizia grazie a un malinteso, il tutto con uno stile scorrevole e ironico che riesce a far riflettere e sperare in una fine alla "vissero tutti felici e contenti". 
La narrazione si svolge tra quartieri di periferia e una casa che affaccia sul mare, tra musei e una libreria ricca di storie che non possono più essere lette, tra cultura e voglia di imparare; è proprio questa voglia di imparare che unisce i due personaggi principali, che si trovano in sintonia prima grazie a "Il giovane Holden" e poi grazie a dei quadri che suscitano emozioni nascoste. 

 Il romanzo si legge davvero molto in fretta, grazie ai caratteri grandi e il testo allineato, adatto a quei lettori che,come la protagonista, hanno problemi di vista. 
"Persi di Vista" fa infatti parte del progetto "Alta leggibilità", storie di vita accessibili a tutti, perchè la lettura deve essere un diritto, oltre che un piacere. Non esistono lettori di serie A e di serie B e questo progetto firmato "Battello a vapore", ce lo conferma. 
Una storia adatta ai più giovani, ma piacevole anche per i lettori più navigati, che nella semplicità e nella realtà, troveranno le risposte che cercano. 
-CuorediInchiostro

Commenti

Letture del mese

Recensione "Warm Bodies" by Isaac Marion

Recensione "La gemella sbagliata" by Ann Morgan

Tienimi per mano al tramonto- Herman Hesse

Recensione “La melodia delle piccole cose” by Carlotta Pugi

Recensione "Il Cuore Dello Sposo" by Elisa Costa

Recensione “Se tu vai via, porti il mio cuore con te” by Silvia Gianatti