News: IL CASTORO AL FESTIVALETTERATURA 2016


"Se c’è oggi un autore di libri per bambini che può di diritto avere un ruolo culturale pari a Dr. Seuss o a Charles M. Schulz
quello è Mr. Mo Willems” - The New York Times

«Nel mondo dei libri per i più piccoli il più grande talento emerso negli ultimi dieci anni è Mo Willems, autore di Reginald e Tina» - New York Times Book Review 
«Questi racconti sono piccoli capolavori che divertiranno i più piccoli ma anche il pubblico dei grandi» - School Library Journal
«Storie semplice costruite su emozioni che sono le stesse dei bambini. Geniali e divertentissime» - La Repubblica

Mo Willems (Chicago 1968), considerato l’erede dei giorni nostri di Dr. Seuss e Charles M. Schulz, è un popolarissimo autore, illustratore e cartoonist americano. I suoi albi sempre ironici e divertenti finiscono puntualmente tra i bestseller del New
York Times e sono tradotti in moltissime lingue. L'artista statunitense, vincitore di ben tre Carnegie Medals in Literature, didue Geisel Awards e di moltissimi altri riconoscimenti nel campo della letteratura per l'infanzia, nell'arco della sua brillante carriera ha realizzato doodle, figurine, cartoni animati per la TV e libri illustrati come Don't Let the Pigeon Drive the Bus! (2003) e Knuffle Bunny. A Cautionary Tale (2005), divenuti oggetto di venerazione per migliaia di piccoli lettori in ogni angolo del pianeta. Altrettanto di rilievo la sua esperienza nell'ambito della trasmissione televisiva cult Sesame Street, punto di riferimento dell'eduteinment dal lontano 1969: i testi scritti per il celebre programma e la creazione di personaggi come Suzy Kabloozie, tra il 1993 e il 2002 gli sono valsi sei Grammy AwardsDai libri di Willems sono stati tratti corti animati (premiati con due Carnegie Medal) e produzioni di musical dedicati ai suoi divertentissimi personaggi. 
In Italia, Mo Willems ha iniziato a godere di un grande successo con la pubblicazione dei libri della serie Reginald e Tina, due irresistibili protagonisti entrati nel cuore dei lettori più piccoli e anche degli adulti: un elefante e una maialina alle prese con fondamentali problemi esistenziali. Le esilaranti storie di Reginald e Tina possiedono tutto il ritmo e la comicità di un cartone animato, appassionano i più piccoli, scatenano risate nei grandi e sono ideali per la lettura ad alta voce.
Nel 2015 è uscito Non è una buona idea!, geniale variazione sul tema della favola del lupo, seguito nel 2016 dal racconto splendidamente illustrato La storia di Diva e Pulce, che narra l'amicizia di una cagnolina e di un gatto randagio all'ombra della Tour Eiffel. In libreria il 15 settembre 2016La storia di Diva e Pulce, (traduzione di Laura Bortoluzzi, Pagg. 78; 12,50€), è stato subito bestseller del New York Times. Tutti i libri di Mo Willems in Italia sono pubblicati da Il Castoro.


-----------------------
"Louise O’Neill è la migliore scrittrice crossover vivente. Patrick Ness, Malorie Blackman e John Green sono tutti autori eccezionali, hanno scritto i migliori titoli degli ultimi anni, 
ma nessuno è all’altezza di Louise O’Neill.” – The Guardian

VARIAZIONE PROGRAMMA: Michela Murgia non potrà essere presente all’incontro, come precedentemente comunicato, per via dell’inizio delle riprese della sua nuova trasmissione TV. 
Al suo posto, ad affiancare e presentare Louise O’Neill, la giornalista e autrice Giulia Blasi 

Il ruolo della donna, l’ossessione del corpo e della bellezza come unico ideale di perfezione e sopravvivenza: il potente romanzo d’esordio di Louise O’Neill, celebrato dalla critica come "manifesto neofemminista”
Romanzo potentissimouno dei migliori che ho letto nel 2016, apparentato con il meglio della distopia letteraria: Michela Murgia consiglia così la lettura di Solo per sempre tua di Louise O’Neill, il romanzo che ha convinto anche i più severi critici letterari e soprattutto moltissime lettrici e lettori, raccontando di un mondo futuro dove le ragazze vengono riprodotte in laboratorio e allevate solo per il loro corpo. Le protagoniste del romanzo infatti si devono preoccupare solo del loro aspetto fisico. Un romanzo di fantascienza? Purtroppo no perché Louise O’Neill con la sua potenza narrativa ha dato voce alla realtà che ci circonda. Di presente, futuro e dell’immagine del corpo delle donne la scrittrice irlandese dialogherà con la giornalista e autriceGiulia Blasi, tra le più attente e appassionate lettrici in Italia di Solo per sempre tua"Le donne di questo romanzo siamo noi. Di rado mi è capitato di incontrare un libro così straziante e così vero...>>>

Louise O’Neill è nata a Cork, in Irlanda, nel 1985. Dopo la Laurea in Letteratura inglese al Trinity College di Dublino, ha lavorato a New York per la rivista di moda «Elle». Con Solo per sempre tua, suo romanzo d’esordio, ha scalato le classifiche e sollevato accesi dibattiti sul tema delle donne, all’estero e in Italia. I diritti cinematografici di Solo per sempre tua sono già stati venduti a Killer Contents, produttori di Carol e Still Alice. Il quotidiano Guardian ha indicato in Louise O’Neill "la migliore scrittrice crossover vivente”. Il suo secondo romanzo sul tema della violenza sessuale, sta ulteriormente consolidando Louise O’Neill come voce nuova e autorevole nel dibattito al femminile. Louise O’Neill, forte del successo dei suoi due primi libri, è ora editorialista dell’Irish Examiner, dove scrive di femminismo, sessismo e diritti delle donne ed è è tra i 100 top digital influencer irlandesi del 2016, grazie al suo attivissimo profilo twitter @oneillo .
Solo per sempre tua è uscito in Italia per HotSpot, il nuovo marchio crossover del Castoro lanciato a maggio 2016 (Traduzione di Anna Carbone; pagg. 367; 16,50€)

PREMI E RICONOSCIMENTI Solo per sempre tua*** Vincitore del Bookseller Young Adult Prize 2015 | *** Tra i migliori libri per donne secondo BuzzFeed | *** Migliore novità dell’anno all'Irish Book Awards
“Romanzo potentissimo, uno dei migliori che ho letto nel 2016, apparentato con il meglio della distopia letteraria” - Michela Murgia
"Louise O' Neill sembra aver shakerato il Mondo nuovo di Aldous Huxley con Hunger Games inventandosi una distopia a tematica femminista.” - Raffaella De Santis, La Repubblica
"Le donne di questo romanzo siamo noi. Di rado mi è capitato di incontrare un libro così straziante e così vero.” Giulia Blasi
“Consiglio di leggerlo. Tocca i temi a noi qui cari sebbene dolorosi" Lorella Zanardo, Il corpo delle donne
"Questo libro mi ha turbata. Siamo davvero più libere delle protagoniste?” Eleonora Caruso - Donna Moderna
”Louise O’Neill è la migliore scrittrice crossover vivente.” – The Guardian
“Merita di essere letto da tutti, giovani e meno giovani, maschi e femmine, dal mondo intero.” – The Independent
“Profondo, oscuro, e spaventosamente credibile. Questo libro vi rimarrà dentro per molto tempo.” – Marie Claire



-CuorediInchiostro

Commenti

Letture del mese

Libri da Ombrellone- Frammenti da Spiaggia 2.0 [07-08-2017]

Recensione "Window Beyond the Window" by Lee Aru

Intervista al figo #2 - Benjamin Carter

Intervista al figo #5 - Kris Parker

Recensione "19 Days" by Old Xian

Recensione "Simon vs the Homo Sapiens Agenda" by Becky Albertalli