Libri da Ombrellone- Frammenti da Spiaggia 2.0 [14-08-2017]


Salve Specchietti :D
Che lunedì è senza i nostri Frammenti da Spiaggia?
 Pronti per i nostri consigli della settimana?

- moony

Trama
L’estate è arrivata... Siete pronti per la prova costume? Fa’ qualcosa per quegli addominali! Rassoda il sedere! 
Ehm... no. Lascia stare e fai il bozzolo. Diventa un grosso morbidoso bozzolo felice!

La seconda raccolta delle strisce di Sarah Andersen riprende esattamente da dove l’avevamo lasciata: raggomitolata sotto una pila di coperte e impegnata a evitare le responsabilità del mondo reale. Queste nuove strisce (e racconti personali illustrati!) seguono gli alti e bassi dell’inarrestabile montagna russa dell’autostima che è la vita adulta: l’angoscia della pianificazione delle spese, i dolori mestruali, i diversi modi di rubare un maglione e quanto bello sia stare a casa tutto il giorno a mangiare pizza. Si parte!

Tre motivi per leggerlo
1) Perché è fresco e leggero come un cocktail estivo
2) Per lo stile inconfondibile di Sarah Andersen, che strappandoci una risata riesce anche a farci riflettere sulla nostra vita quotidiana
3) Perché sotto sotto ognuno di noi è un grosso morbidoso bozzolo felice


-CuorediInchiostro
Trama  : Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l'ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d'aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede... lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto.

Tre motivi per leggerlo:
1) Il grande viaggio che viene compiuto all'interno del libro, sia in maniera mentale che reale.  
2) Una storia  semplice e allo stesso tempo complicata con qualche colpo di scena inaspettato. 
3) Uno stile di scrittura piacevole e pieno di disegni che arricchiscono la trama 


-Iris-

Trama: 
C'è un'estate brusca nell'età giovane in cui si impara il mondo di corsa. In un'isola del Tirreno, alla metà degli anni Cinquanta, un pescatore che ha conosciuto la guerra e una giovane donna dal nome difficile, senza intenzione trasmettono a un ragazzo la febbre del rispondere. Qui si racconta una risposta, un eccomi, decisivo come un luogo di nascita. 'Tu, mio' è un racconto di superamento della cosiddetta 'linea d'ombra', centrato sul passaggio dai privilegi dell'adolescenza alla ruvidezza della maturità. Oltre le illusioni della giovinezza si apre il campo dell'avventura nell'esistenza; e questa avventura, ogni adolescente lo scopre con dolore, con sofferenza, non potrà essere mai cifrata negli schemi delle consolazioni giovanili

3 motivi per leggerlo:
1-      È un libro ambientato al mare durante l’estate, quale migliore occasione per leggerlo se non l’ombrellone?
2-      È un libro breve, si può leggere anche in un solo pomeriggio, ma non per questo un libro semplice. È molto riflessivo.
3-      È un libro emozionante che tra i sapori del mare affronta tematiche quali le ferite della guerra che rimangono negli anni successivi e si intrufolano nella vita dei giovani che stanno vivendo in un mondo ancora troppo fragile.


Per oggi è tutto... che titoli porterete sotto l'ombrellone?
Appuntamento a lunedì prossimo con tanti nuovi e succulenti consigli!
Qui trovate i suggerimenti delle settimane scorse.
Buona estate!
Libri riflessi in uno specchio

Commenti

Letture del mese

Tienimi per mano al tramonto- Herman Hesse

Recensione "19 Days" by Old Xian

In piedi, Signori, davanti ad una Donna (William Shakespeare)

Recensione: Il club dei perdenti

Recensione: Tales of Demons and Gods di Mad Snail

Segnalazione: IL NUOVO LIBRO DI JOHN BOYNE - MIO FRATELLO SI CHIAMA JESSICA