A Quattro Mani


Ciascuno coglie il mondo a modo proprio

È da questa affermazione che nasce A Quattro Mani, dalla consapevolezza che ogni lettore, spettatore e/o ascoltatore ha un proprio modo per vivere una stessa opera. Consce che l'accostamento di differenti punti di vista porta a un arricchimento, in questa rubrica raggruppiamo le nostre recensioni doppie, dove penne diverse parlano di un'opera che non risulterà mai essere completamente la stessa. Un unico brano che prende forma e colore se suonato a più mani.

- Phoenix
- Poison
- Il club delle seconde occasioni
- La bugia perfetta
- Il tesoro delle meraviglie
- Valiance
- Dominant
- Recessive
- Caraval



Commenti

Letture del mese

Tienimi per mano al tramonto- Herman Hesse

In piedi, Signori, davanti ad una Donna (William Shakespeare)

Recensione: Tales of Demons and Gods di Mad Snail

Recensione "Il diario di Cathy" (e seguiti) by Sean Stewart e Jordan Weisman

Recensione drama: Accidentally in love

Blogtour - Intervista Doppia Dark Zone : Victorian Solstice