Intervista a Paola Di Martino, autrice di "Lascia che il nostro Amore arrivi alle stelle"

Esistono Amore capaci di togliere il respiro. capaci di far vibrare l'anima e il corpo: un Amore puro, unico, un legame indissolubile che nessuno, neanche Dio, riuscirebbe a spezzare.
Un Amore talmente grande che rimarrebbe a galla nonostante le continue lacerazioni, destinato a durare per sempre.
(Lascia che il nostro Amore arrivi alle stelle - Paola Di Martino)


Lascia che il nostro Amore arrivi alle stelle è il secondo romanzo, autopubblicato, di Paola Di Martino. Qui ne trovate la segnalazione. Prima di proporvi la recensione del suddetto libro, però, abbiamo intervistato l'autrice per voi!
Buona lettura!


Intervista:

 1. CuoreDiInchiostro: Perché hai iniziato a scrivere? Da scrittrice a scrittrice so che ognuno inizia per motivi diversi...

Come puoi ben sapere allora, chi come te e me scrive, sa che lo si fa per una sorta di ''sfogo'', lo scrittore ha quella piccola sensibilità d'animo in più, quel qualcosa che lo spinge sempre a metterci più del dovuto. Io scrivo praticamente da sempre, non mi ricordo un momento in cui io non abbia una penna in mano e un foglio bianco davanti, è nella mia natura. Per me scrivere, come dico sempre, è come mangiare e respirare, è una cosa normalissima per me. Che sia una lettera, un sms, un bigliettino o altro...io ho sempre bisogno di mettere per iscritto quello che penso e provo, è il mio modo migliore per poter comunicare.

2.Lost Inside My Universe: Pensavi di scrivere sul mondo di Glee già prima che il cast perdesse un membro essenziale?

Amo Glee da molto prima che avvenisse la perdita, ma, onestamente non avevo in mente di scrivere qualcosa a riguardo. Il tutto è avvenuto dopo perchè essendo molto legata al ''protagonista'', ne sono rimasta molto colpita.

3.  - moony: La storia di Cory e Lea è stata raccontata in mille forme nel genere della fanfiction. Cosa, invece, ti ha spinto a scegliere il romanzo (scelte personali, stilistiche, narrative...)?

Sì, è vero, ho visto in giro molte fan fiction riguardanti loro, la mia scelta di scrivere un vero e proprio romanzo è nata in modo inaspettato e spontaneo. Non sono stata lì a dire ''Ora scrivo una storia su loro due'', ma dopo l'accaduto, neanche tre giorni dopo, per poter metabolizzare meglio il tutto ho iniziato a scrivere, scrivere mi aiuta a capire meglio le mie emozioni, mettere nero su bianco i miei sentimenti mi ha aiutato molto, successivamente poi, mi sono resa conto attraverso quello che scrivevo, di aver scritto un romanzo, una storia ''particolare'', che, avrebbe sicuramente in qualche modo ''aiutato'' chiunque avesse amato Cory al mio stesso identico modo.


4. Papavero blu: Capisco sia nata come una forma di sfogo, dunque in un contesto privato. Ma, dal momento che poi hai deciso di rendere questa tua passione pubblica, sono curiosa di sapere se ti sei trovata una persona fidata (un mentore, un insegnante,una persona vicina all'ambiente editoriale..) che ti consiglia e che, magari, ha dato un parere oltre che personale professionale al tuo lavoro prima di arrivare alla pubblicazione?

Oh, scusami forse avevo frainteso la domanda, io pensavo ti riferissi allo scrivere in generale, invece ti riferivi al libro direttamente. Ti dico subito, quando ho poi successivamente deciso di rendere pubblico il romanzo, mi sono rivolta alla mia insegnate di Italiano, con cui ho ancora oggi un rapporto meraviglioso, oserei dire 'di amicizia', avendo pubblicato prima in versione ebook, gli errori, gli strafalcioni etc sono stati molti, ancora correggo la versione ebook, con il cartaceo è diverso perchè è subito stato corretto maggiormente, mi ha sempre aiutato lei a renderlo più fluido e pulito...e tutto è venuto poi da sè.

 Per la scrittura in generale, invece, hai un mentore, un esempio, qualcuno a cui ti ispiri...?

Un esempio a cui mi ispiro? Sicuramente AMO Nicholas Sparks, è il mio autore preferito, è un genio non un uomo, un perfetto poeta dell'amore...splendido! Insomma, si vede che lo amo vero?


5.CuoreDiInchiostro: Ascolti qualcosa in particolare durante la scrittura?

Si, sempre. Amo la musica, la considero la migliore cura dell'anima. Per il mio secondo romanzo ho ascoltato per tutto il tempo le canzoni proprio di Lea&Cory, in generale invece, non ho una playlist preferita, ma sicuramente non riesco a scrivere senza avere la musica. Come in questo momento, scrivo a voi e sto ascoltando giusto le canzoni di Lea&Cory...tanto per cambiare.



 6.Lost Inside My Universe: Perchè la storia d'amore tra Cory e Lea ti ha colpito così tanto? Cosa la differenzia, per te, da tante altre simili relazioni, finite in modo analogo, che s'instaurano nel mondo dello spettacolo?

Potrei stare qui a parlarne per parecchie ore, credimi. Io personalmente seguo molti telefilm, e so di molti amori nati proprio sul set tra colleghi, ma loro erano differenti. E' difficile da spiegare, molti sono sicura che non capirebbero, molti potrebbero anche prendermi per folle ma, l'amore che irradiavano quei due, l'amore vero intendo, era immenso e speciale. Erano destinati, chiunque si sarebbe accorto dell'amore puro che provavano l'uno per l'altra, era visibile ad occhio nudo. Sfido chiunque a vedere un video e dire il contrario. Sai, è qualcosa che ti scatta all'istante, avete presente quando vi trovate di fronte a qualcosa di meraviglioso e avete la consapevolezza che niente e mai nessuno ti farà provare le stesse emozioni? Ecco, per me è stato così. Loro hanno insegnato molto a noi fans, al mondo, attraverso i loro modi, le loro parole...hanno lasciato davvero un grande vuoto, Cory lo ha lasciato.

7. - moony: Ogni volta che si prende in mano una penna, si lascia sempre qualcosa di sé in ciò che si scrive. In cosa (idee, emozioni, personaggi, esperienze...) il lettore di Lascia che il nostro Amore arrivi alle stelle può ritrovare un po' di Paola Di Martino?

Oh beh...praticamente in quasi tutto il libro. La protagonista è come se in qualche modo fossi io, in quei giorni provavo delle emozioni contrastanti (ovviamene non paragonabili al dolore che avrà provato Lea nella vita reale) ma, come ho già detto, essendo legata a Cory molto, essendo lui stato importante per vari motivi per me, una volta perso, mi sono sentita destabilizzata, senza una ''guida'', ho sofferto molto per quello che è successo, sarà sicuramente difficile da credere ma c'ho messo un pò per potermi ''riprendere''. Attraverso questo libro ho provato ad aiutarmi, devo dire che mi è molto servito...servito per poter trasformare la sofferenza in forza.


8. Papavero blu: Cosa caratterizza il tuo modo di scrivere (non solo a livello espressivo ma anche formale)?

Non saprei, come ho detto è tutto naturale, tutto ciò che scrivo è sicuramente dettato da quello che provo, dalle mie emozioni, pensieri e modo di vedere la vita. Semplicemente poi mi concentro e provo a dare il meglio di me per poterlo scrivere su carta nel modo migliore.

9. Lost Inside My Universe: Quanto ti sei documentata / dovuta personificare in Rachel per riuscire a narrare gli eventi e cercare di comunicare i suoi sentimenti ?

Non c'è stato un momento in cui io mi sia dovuta documentare, '' seguendo'' Lea da molto tempo, in questo caso così come chiamata nel libro ''Rachel'', sapevo già molto su di lei, uscivano notizie, foto, sue parole etc, insomma non è stato difficile, semplicemente ho chiuso gli occhi e ho detto:''Sono lei''.


10. - moony: I personaggi del libro e i rapporti che hanno l'uno con l'altro sono ispirati a persone e a dinamiche reali. Quanto di quello raccontato nella tua storia, al riguardo, è inventato e quanto è invece preso dalla realtà?

Un 50 e 50, ovviamente la storia in sè per sè è inventata, considerando che parla di lui che ritorna per dirle in qualche modo ''Addio'', ci sono comunque molti riferimento alla realtà e a cose reali, rivisitate ovviamente da me per questione di privacy.

11. Lost Inside My Universe: Una curiosità: sappiamo che eri intenzionata a far tradurre il racconto. Come sta procedendo questo tuo nuovo proposito?
Sì, sarebbe un vero e proprio sogno poter tradurre il testo, conosco molti fans stranieri che vorrebbero tanto leggerlo, nella pagina stessa del libro mi sono ritrovata molti ragazzi stranieri che mi chiedono quando io traduca. E' un mondo davvero difficile e complicato, soprattutto quando non si è dietro una vera casa editrice. Quello che è certo è che non demordo...prima o poi sono certa che succederà.

12. Papavero blu: I nomi utilizzati sono reali, o comunque il riferimento è abbastanza esplicito. Non ci sono stati problemi di concessione di diritti o simili?

Ho dovuto per questione di privacy cambiare nomi e cognomi, essendo comunque frutto della mia ''immaginazione'' no, non ci sono stati problemi, questo sarebbe potuto accadere nel momento in cui avrei usato i loro nomi reali. Chi conosce bene la storia capisce che si parla di loro due, poi, prima di fare tutto ho parlato con un Avvocato che mi ha spiegato bene come fare.

-moony: Questa era la nostra ultima domanda. C'è qualcosa che vuoi aggiungere per chiudere l'intervista? Un commento sul libro, un saluto a qualcuno, un messaggio per chi ha letto il libro, o a chi vuole leggerlo...?

Voglio semplicemente dire due cose: La prima è GRAZIE a tutti coloro che hanno letto il mio libro e continuano a sostenermi e a ringraziarmi per ''quello che ho fatto'', ringrazio loro perchè hanno capito, perchè come me amano la storia e i protagonisti e sanno che questo libro è semplicemente un tributo per non dimenticare quello che questa meravigliosa storia d'amore ci ha lasciato. La seconda cosa che voglio dire invece a chi non ha ancora letto il libro, è che è dedicato anche a tutti coloro che in primis credono nel vero amore ma che nella loro vita, hanno anche subito una perdita dolorosa, questo libro è una sorta di guida per poterne uscire, per poter far risanare la ferita, farla rimanere visibile ma senza vederla continuamente sanguinare. Per il resto, grazie ragazze per questa intervista bellissima.



CuoreDiInchiostro
Lost Inside My Universe
Papavero blu


Prima di concludere questo post, ci teniamo, ancora una volta, a ringraziare Paola Di Martino per la disponibilità, la sincerità e la gentilezza che ci ha dimostrato.
Libri riflessi in uno specchio

Commenti

Letture del mese

Recensione "La canzone di Achille" by Madeline Miller

Intervista al figo #8 - Mark Carter

Recensione "Avialae" by Lucid

Recensione "Nothing Tastes as Good" by Claire Hennessy

Novità in libreria - Les Flaneurs Edizioni

Recensione doppia "Recessive" by Irene Grazzini