Recensione: La matematica del cuore di Denise Grover Swank

A un primo sguardo questo libro non mi ispirava molto. Forse per la copertina che riportava numeri e operazioni (la matematica non è esattamente il mio elemento), forse perchè avevo paura, che la storia, potesse rivelarsi banale.

Mi sono completamente ricreduta.
Il romanzo narra le vicende di Scarlett, una studentessa del college, alle prese con un passato difficile, che ha problemi a relazionarsi e a gestire i progetti, che pianifica faranno parte del suo futuro.
Quel che non aveva calcolato è  Tucker Price.
Lei una maniaca del controllo, si ritrova costretta a dover dare a ripetizioni di matematica, a causa di mancanza di fondi per un nuovo programma per la facoltà, alla star dell'università.
Sicuro di se, arrogante e con una carriera sportiva nell'ambito calcistico, che pare decollerà a breve. A tutti Tucker appare così. A tutti meno che a Scarlett, che realizza, più passa il tempo, che anche lui non mostra il suo vero io agli altri e che pare anzi nascondere diversi segreti riguardo il suo passato...
Insomma un personaggio tutto da scoprire, quest'ultimo. 
La voce narrante è Scarlett, una ragazza sicura di sé per quanto riguarda i suoi progetti e a chi vorrebbe diventare, quanto insicura, per quanto riguarda il presente.
Entrambi i personaggi sono ben strutturati, ma la protagonista ci trasmette il suo modo di vedere ed elaborare la realtà che la circonda già dai primi capitoli.
Scarlett per quanto debole è forte. Sa cosa vuole per se stessa ed è determinata a raggiungere i suoi obiettivi, anche se deve far fronte all'ansia, reminiscenza del suo passato.
La sua mente logica, il suo bisogno di controllo sugli eventi, la portano a rimanere sempre più spiazzata difronte al caotico comportamento di Tucker.
Tucker è un buon personaggio maschile. Seppure a volte mi abbiano innervosita le sue frasi a metà o le sue mancate risposte, alla fine ogni cosa trova il suo posto, ed semplice comprendere il suo carattere e la sua personalità.
Lo stile è fluido, scorrevole. Ho notato a volte la mancanza di descrizioni però, che mi hanno portato a rileggere le parti del racconto senza riuscire del tutto dove ambientare quest'ultimo.
Il romanzo è maggiormente formato dai pensieri di Scarlett, dai suoi spostamenti e i dialoghi che tiene con gli altri personaggi.
Non è un libro impegnativo, anche se riesce davvero a catapultare, in diversi momenti, all'interno dei ragionamenti della protagonista.
I fatti non approdano comunque mai sul pianeta della banalità, come invece mi aveva lasciato presagire la trama, seguono un andamento semplice, piuttosto rettilineo, ma che spingono il lettore a voler sapere come terminerà il racconto.

Lost Inside My Universe


Commenti

  1. un libro davvero interessante.. non lo conoscevo ma lo metterò in wishlist

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di aver allungato la tua lista ;) sempre con ambientazione al college, ma con un po' più di spessore c'è anche "Tienimi per mano" o "Fan girl", ma forse quest'ultimo l'hai già letto :) Lost Inside My Universe

      Elimina

Posta un commento

Letture del mese

Recensione "Warm Bodies" by Isaac Marion

Recensione "La gemella sbagliata" by Ann Morgan

Tienimi per mano al tramonto- Herman Hesse

Recensione "il piccolo mondo di liz climo"

BlogTour - Miseri Resti Sepolti di Miriam Palombi

Recensione “Se tu vai via, porti il mio cuore con te” by Silvia Gianatti