Lo strangolatore di Moret e altri racconti - G. Simenon


Lo strangolatore di Moret e altri racconti

TRAMA
Continuano le avventure dei quattro membri dell'Agenzia O: il suo capo (almeno ufficialmente) è l'ex ispettore Torrence, il quale, nel primo di questi racconti, si troverà ad affrontare, con metodi assai discutibili, il direttore della Polizia giudiziaria e il suo ex collega Lucas, mentre nel secondo verrà trascinato dal suo finto fotografo e vero capo Émile (che, come Maigret, ha un debole per le locande dell'Île-de-France) sulle rive del Loing a indagare su due misteriosi omicidi; e sarà ancora Émile, nel terzo, a scoprire un cadavere nascosto nello sgabuzzino delle scope di un alberghetto grazie a un messaggio inviato da una giovane donna in alfabeto Morse... con i tacchi delle scarpe

LA MIA OPINIONE
Dopo la serie di Maigret, Simenon scrive una serie di racconti in cui i protagonisti sono la coppia di investigatori Torrence e Emile alle prese con diverse vicende, operando per la famosa agenzia di investigazione privata, l’Agenzia O.
I racconti sono simpatici, colorati di humor e insieme di suspense per la risoluzione dei casi. Spesso i protagonisti si incastrano in situazioni complicate che sembrano irrisolvibili dalle quali poi escono brillantemente.
La scrittura è scorrevole e semplice, e al contempo i personaggi sono descritti bene. Vi è sempre quel dettaglio, atteggiamento, che li rendono tangibili.
Non ho trovato questo libro particolarmente bello o sorprendente, ma allo stesso tempo non ha la pretesa di esserlo, quindi lo ritengo un buon libro, una lettura non troppo impegnata con cui passare il tempo.



-Iris-

Commenti