Libri da Ombrellone- Frammenti da Spiaggia 2.0 [10-07-2017]


Salve Specchietti, e benvenuti in questa nuova puntata della rubrica Libri sotto l'ombrellone- Frammenti da Spiaggia. Ecco i nostri titoli per questa settimana:

- moony:

La Città dei libri Sognanti - Walter Moers

Trama:
Dopo la morte del suo padrino poetico Danzelot lo Spaccasillabe, Ildefonso de' Sventramitis parte per Librandia, la città dei libri sognanti, alla ricerca dell'autore del manoscritto perfetto lasciatogli in eredità dal suo padrino. Avvelenato alla libreria antiquaria dello squalombrico Phistomefel Smeik, il vermicchione si risveglia nelle catacombe di Librandia, un labirinto sotterraneo pieno di libri, ma anche di numerosi pericoli. Durante il suo viaggio alla ricerca dell'uscita, Ildefonso scoprirà le meraviglie e affronterà le insidie di quell'incredibile e affascinante labirinto.

Tre motivi per leggerlo:
1) Perché La città dei libri sognanti è innanzi tutto un romanzo sui libri, semplicemente irresistibile per gli amanti della lettura, della scrittura, delle pagine e dell'inchiostro.
2) Perché è una storia da leggere tutta d'un fiato, capace di catapultare in un mondo pieno di meraviglie e pericoli.
3) Perché Moers è uno scrittore geniale e La città dei libri sognanti è un libro incredibile e adatto a tutte le età.


-wonderful fragment°


Il Fabbricante di Giocattoli - Liam Pieper


“Lasciate che vi racconti una storia su mio nonno…”. È la frase con cui Adam Kulakov, proprietario di una grande fabbrica di giocattoli a Melbourne, in Australia, ama aprire i suoi discorsi ufficiali. E pazienza se il suo stile di vita di seduttore e bugiardo incallito non ricalca propriamente i valori incarnati dal nobile patriarca. Sì, perché suo nonno Arkady – eroe scampato ai campi di sterminio nazisti, fondatore dell’impresa di famiglia e colonna della società – ha davvero una storia eccezionale
alle spalle: quella di un uomo che, sprofondato nel male più assoluto, scopre la sua vocazione costruendo piccoli, rudimentali giocattoli per i bambini di Auschwitz, e così facendo trova la forza per non soccombere. Ma nulla è come sembra in questo romanzo fitto di ombre e di colpi di scena. Sconvolgente, spietato, appassionante, Il fabbricante di giocattoli è la storia di un segreto inconfessabile. Capace di tracciare, in un vertiginoso gioco di rimandi tra passato e presente, un ritratto senza sconti delle ipocrisie, delle contraddizioni, delle calcolate amnesie così tipiche del nostro tempo.

Tre motivi per leggerlo:
1. Una storia senza tempo che vi lascerà senza parole.
2. Un confronto pauroso fra presente e passato che vi farà ricrede anche la persona che siete.
3. Sarò ripetitiva ma, anche in questo caso, vi risulterà difficile posare il libro e smettere di leggerlo.


Questi erano i nostri consigli della settimana... che titoli porterete sotto l'ombrellone?
Appuntamento al prossimo lunedì con nuovi e succulenti titoli!
Buona estate!
Libri riflessi in uno specchio

Commenti

Letture del mese

Recensione "Era una moglie perfetta" by A. J. Banner

Recensione "Dream Magic" by Joshua Khan

Recensione "Lo spazio tra le stelle" by Anne Corlett

Recensione: I capolavori di H.G. Wells

Recensione "Ogni cosa a cui teniamo" by Kerry Londsale

News: Hybrid's Legacy Saga - Contest Fotografico