Segnalazione : Ancora un po' di Charlie

Charlie e Grace sono amici sin da piccoli. Si sono conosciuti di fronte alla scuola materna e da quel momento non si sono più lasciati.Charlie è un tipo solare, espansivo, perfettamente a suo agio in mezzo agli altri. Grace, all’opposto, è taciturna, brontolona e dal carattere molto difficile, viene definita dalla sua stessa madre “socialmente disabile”.Il giorno del dodicesimo compleanno di Grace, accade qualcosa che porta i due amici a litigare.Charlie legge il diario di Grace e la ragazza, sentendosi tradita dall’unica persona di cui si fida, lo caccia via. Il caso vuole che poco tempo dopo Grace debba trasferirsi con la famiglia in Arizona, lasciando per sempre NY e il suo amico.Cinque anni dopo Grace torna nella sua città natale e non c’è stato giorno negli ultimi anni in cui non abbia provato rimorso per essersi comportata in modo così stupido con il suo migliore amico.Grace comincia così una disperata ricerca di Charlie, cercandolo nei luoghi che avevano popolato la loro infanzia e, alla fine, riesce ad incontrarlo.Charlie è quello di sempre e sembra non portare rancore alla vecchia amica, anzi, è felicissimo di rivederla ed averla di nuovo nella propria vita.I due ricominciano a frequentarsi e Grace viene a poco a poco introdotta nella nuova vita di Charlie, conosce i suoi amici, la sua ragazza, scopre la sua nuova passione per il nuoto e ritrova l’amore che li aveva sempre uniti, quello per la musica. Tra momenti divertenti e scene imbarazzanti a ritmo di musica, i due si renderanno pian piano conto che forse ciò che provano l’uno per l’altra non è soltanto amicizia ma qualcosa di molto più profondo e viscerale.




Troverete Ancora un po' di Charlie allo stand della Dark Zone al Salone Internazionale del Libro (Torino)

-CuorediInchiostro



Commenti

Letture del mese

Recensione "La canzone di Achille" by Madeline Miller

Recensione "Blood Bank" by Silb

Recensione "Avialae" by Lucid

Recensione "Nothing Tastes as Good" by Claire Hennessy

Novità in libreria - Les Flaneurs Edizioni

Recensione doppia "Recessive" by Irene Grazzini