Recensione: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine

Trama
Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Lo so, vi ho fatti penare.
Ho postato il pilot  di questo libro qualche settimana fa e poi non avete avuto più notizie ...
Ricordate il mio entusiasmo? Il mio voler scoprire tutto ?
Fate finta che non avete visto o sentito niente.

Questa -------------------------------------------------------------->
è la mia reazione alla fine del libro.
Come al solito mi lascio sopraffare dalle emozioni.

Adesso veniamo a noi e vediamo cosa ne penso di questo romanzo.



Recensione: 
Ci ho messo diverso tempo per capire cosa penso davvero di questo libro; in genere dopo la fine sono sempre entusiasta ma per questo mi ci è voluto un po' ... si, mi era piaciuto; si , mi piace ancora ma ....  Ho visto le scene e letto la trama del film in uscita ed ero: Ma davvero? E tutta la filosofia del libro che fine fa?
Quindi solo in quel momento ho realizzato cosa ho provato davvero.

I personaggi, tanti a dire il vero, sono tutti così ben caratterizzati da sembrare assolutamente realistici. Pensati per avere uno scopo, a differenza di molti libri dello stesso genere, e a non essere solamente un nome e una vita in più all'interno delle pagine. Per ognuno di loro c'era una fotografia e una descrizione, e sebbene mi piacerebbe dilungarmi su ogni singolo Carattere con le sue Caratteristiche, non posso per questioni logistiche ... Siamo a Luglio, di domenica , ed è sera e a voi serve solo un consiglio, non un saggio breve sull'impatto psicologico e sociale di questo libro ( per spero comunque di scrivere presto).
Questo romanzo è consigliato ad ogni età , anche la piccola Lily è riuscita ad apprezzarlo, focalizzandosi su scene che io, da adulta, non ho preso in considerazione.

Cuorediinchiostro: Cos'è la diversità? 
Lily: Se capiamo questo libro è solo una cosa che sta in testa ... un limite? 


Ebbene si. Questo libro parla di persone diverse che vengono discriminate per questo. Le persone normali hanno paura di ciò che non conoscono e molto spesso cercano di distruggerlo , senza pensare che magari "il diverso" avrebbe potuto contribuire a rendere il mondo un posto per tutti, senza distinzioni ( Anche perchè l'odio e il razzismo sono la cosa cattiva del mondo - Lily).

Tornando a noi ...
Tutta la vicenda è ambientata in un mondo reale diviso però su due dimensioni.
- Quelli del protagonista , Jacob è un luogo che tutti noi possiamo immaginare : la casa del nonno, il supermercato dove non voleva lavorare, le strade che percorre con il suo migliore amico.
- Il luogo dentro L'Anello, dove i Bambini Speciali, ( persone con abilità straordinarie) vengono protetti dalla direttrice Miss Peregrine.

Cosa succede quando i due mondi si incontrano e la routine di chi tutti i giorni vive in un mondo che non cambia viene stravolta?
Chi sono i cattivi in questa vicenda?
Qual è la differenza tra "Essere Normale " e "Sentirsi Normali"?

Per capirlo leggete questo romanzo e lasciatevi conquistare <3



-CuorediInchiostro e Lily




Commenti

Letture del mese

Recensione "Era una moglie perfetta" by A. J. Banner

Recensione "Dream Magic" by Joshua Khan

Recensione "Lo spazio tra le stelle" by Anne Corlett

Recensione: I capolavori di H.G. Wells

Recensione "Orphan Black"

Recensione "Ogni cosa a cui teniamo" by Kerry Londsale