Recensione: Nerve di Jeanne Ryan (In uscita oggi)

Adrenalina, soldi, followers, vita, successo, fama, amore, likes, vendetta, sopravvivenza...
Per cosa giochi?

Quando viene selezionata come concorrente per Nerve, un gioco in diretta online, Vee non è sicura che avrà il coraggio necessario ad affrontare le sfide via via proposte. Eppure chiunque si nasconda dietro Nerve sembra conoscerla alla perfezione e sapere esattamente ciò che desidera: i premi sono allettanti e il suo partner nel gioco è il ragazzo perfetto, il brillante e sensuale Ian. In un primo momento tutto si rivela incredibilmente divertente: i fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara quando i partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Gran Premio, la finale di Nerve. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?

Recensione: 
Parto questa volta dalla cover strafiga che ha questo libro. Di solito disprezzo le cover psichedeliche, ma in questo libro ci stava troppo e anche il fatto che le parole chiave del romanzo siano state messe in evidenza.
La trama è abbastanza semplice, interessante e scorre in maniera veloce e piacevole. Questo libro possono leggerlo i fan di Hunger Games, ma anche quelli che di solito leggono romanzi più reali visto che sia l'ambientazione, sia i personaggi sono abbastanza "veri".
"Nerve" vuol dire "Nervi", perchè il gioco si insinua nel tuo cervello e mentre decidi di giocare "tanto per dimostrare qualcosa" finisci per non avere più scampo.
All'inizio del libro ho pensato "Che gioco figo", alla fine "Chi cavolo ha il cervello così idiota da inventarlo?".
Gli interrogativi che il lettore si pone per tutta la durata della narrazione sono due: "Chi sono?" e "Di chi posso fidarmi davvero?"; in quel momento sarete così concentrati sugli eventi da sentivi parte di questo.
Questo porta a fare congetture e a immaginare voi cosa fareste in un ipotetico gioco come "Nerve", che alla fine non è così irreale come sembra.

I personaggi: Principali 
Vee, la comune ragazza intelligente e simpatica che tutti vorrebbero come amica, ma mai come fidanzata. Quella che sta dietro le quinte sia per lavoro che nella vita, che ha commesso un solo errore nella vita e non sa come rimediare. Figlia unica, insicura... Improvvisamente decide di diventare "giocatrice" della sua esistenza e non limitarsi a guardarla come gli "spettatori" alla tv.

Ian,ovvero il ragazzo perfetto (forse troppo) che ha dei segreti da nascondere (ma tanto in questo libro tutti hanno dei segreti). Noi povere lettrici non possiamo fare altro che innamorarcene perdutamente, anche se alla fine non capiamo perchè visto che è tutto troppo veloce in alcuni punti.

Matthew, l'adorabile e secchione amico di Vee. Una persona complicata e più timido della protagonista stessa. In alcune parti l'ho trovato odioso, in alcune mi faceva pena, ma alla fine non ho capito perchè non abbia vinto lui "Vee".

Sydney, la migliore amica super star di Vee, che vive per i riflettori (o i riflettori vivono per lei- su questo punto gli scienziati stanno ancora discutendo). Carismatica, bellissima e un po' dispotica (Moony del mio cuore ti ricorda qualcuno? Non ti adoriamo forse per questo?  <3). Tutti vorrebbero avere un'amica come lei, ma in pochi riescono ad entrare nel suo cuore.

I personaggi: Secondari

I personaggi che fanno da contorno alla vicenda non sono ben delineati, solo abbastanza per permettere al lettore di farsi un'idea generale sul loro aspetto fisico e, solo in alcuni, sulla parte psicologica. L'autrice tende comunque ad evidenziare pregi e difetti di ognuno, senza però far prevalere l'una o l'altra parte e in libri così immediati è una nota positiva perchè non disturba la narrazione.

Quadro generale
"Nerve" rispecchia molto i giovani di oggi, con la voglia di vincere e senza paura. I giovani che per un paio di scarpe nuove sono disposti a sacrificare la propria vita.
Un libro interessante con personaggi principali divertenti e determinati. Colpi di scena e adrenalina che spero di troverete anche nel film che uscirà nelle sale italiane il 15 giugno.
E voi? Avete già letto questo libro? Siete Giocatori o Spettatori?
Buona partita a tutti



-CuorediInchiostro


Commenti

Letture del mese

Recensione "SteamBros Investigations - L'armonia dell'Imperfetto" by Alastor Maverick e L.A. Mely

Recensione "Legacy of Darkness - Il pentacolo" by Miriam Palombi

Recensione in Anteprima: Time Deal di Leonardo Patrignani

Recensione "Orphan Black"

Segnalazione: Le uscite di giugno de ilCiliegio Edizioni

Recensione "I tre moschettieri" by Alexandre Dumas