Recensione di 'Zootropolis'

Finalmente dopo aver visto, rivisto, fatto vedere e rivedere, il trailer di Zootropolis... SONO ANDATA A VEDERLO AL CINEMA! Non il trailer, il film vero e proprio stavolta. Esilarante, la Disney non si smentisce mai. Ma andiamo con ordine.
La trama. Zootropolis è una città in un mondo in cui gli animali si sono evoluti, sicchè predatori e prede convivono civilmente l'uno accanto all'altro. I pregiudizi, tuttavia, sono parte anche di un mondo civilizzato ed è contro questi che Judy, una tenera coniglietta, lotta fermamente: non una coltivatrice di carote, no! Lei vuole diventare una poliziotta. Dopo un lungo e difficile training in Accademia, si diploma come migliore del suo corso e viene inviata a Zootropolis a sconfiggere i catt... Ah no, a dirigere il traffico. Spinta dal suo senso civico e dalla passione per il lavoro, un giorno si trova a  seguire una pista che la coinvolgerà in un intricato caso di complotti e invidie: in città, infatti, continuano a scomparire i predatori. Nelle indagini verrà accompagnata - all'inizio coattivamente - da Nick, una volpe costretta, ancora una volta dai pregiudizi, a fare ciò per cui una volpe è fatta, e cioè il  truffatore. L'amicizia tra i due consentirà a entrambi di espandere i propri confini culturali, insegnando a tutti come la fiducia nell'altro sia la via migliore per vivere in armonia.


Un tema eccezionalmente recente e vivo, quello che la Disney vuole affrontare con il suo nuovo film d'animazione: l'integrazione globale di gruppi anticamente nemici e che ora prendono il caffè nello stesso bar sembra un fatto appurato, eppure continua ad essere ostacolato dall'interno, dagli stessi protagonisti di tale processo. Sospettosi e sospettati sono ruoli intercambiabili, ognuno li riveste entrambi e nessuno è innocente dal reato di ipocrisia.
E' un messaggio semplice eppure non così scontato quello che viene suggerito da un mondo di fantasia che tanto fantastico poi non è, se volessimo ricordarci che anche l'essere umano è e rimane un animale: l'odio alimenta l' odio.
Il tutto condito con una grafica stupenda e un'ironia che non si sgonfia mai!
Dò a Zootropolis il massimo


- Papavero Blu
 

Commenti

Letture del mese

Recensione "Era una moglie perfetta" by A. J. Banner

Recensione "Dream Magic" by Joshua Khan

Recensione "Lo spazio tra le stelle" by Anne Corlett

Recensione: I capolavori di H.G. Wells

Recensione "Ogni cosa a cui teniamo" by Kerry Londsale

News: Hybrid's Legacy Saga - Contest Fotografico