Recensione HarryPotter, -wonderful fragments°

«Happiness can be found even in the darkest of times, if one only remembers to turn on the light.»

Buona sera readers! Mi scuso in anticipo per l'assenza prolungata ma ho avuto dei problemi personali un po' “grossi” da risolvere. E sono tornata più ispirata che mai, infatti la mia recensione di oggi è per tutti i potterheads là fuori.
Per chi non conoscesse la trama di Harry Potter (dubito ci sia qualcuno che non la sappia!) eccola qui in breve:
Harry Potter, un ragazzo la cui vita è stata segnata fin dalla nascita dall'assassinio dei suoi genitori ad opera del mago malvagio Lord Voldemort, e che, dopo aver respinto la maledizione mortale scagliatagli da quest'ultimo, lo riduce in fin di vita.
La saga - dopo la narrazione dei fatti accaduti subito dopo l'episodio - parte dall'età di undici anni del giovane mago e copre un arco di tempo lungo sette anni. La trama è basata sulle avventure di Harry Potter e di suoi migliori amici Hermione e Ron Weasley alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts e dei suoi frequenti scontri con Lord Voldemort e i suoi seguaci.


Harry Potter per me è vita. Rappresenta molte cose. La mia infanzia, la mia forza, quella cosa in cui mi rifugio quando ne ho bisogno. Ma non sono qui per parlarvi di questo ma del perché dovreste leggerlo e poi, di conseguenza, vedere gli adattamenti cinematografici.
Joanne Rowling, l'autrice della saga, è considerata una delle migliori scrittrici e non per niente anche una delle donne più ricche d'Inghilterra grazie alla copie vendute di Harry Potter. La sua penna è fluida, non si può staccare gli occhi dalle sue pagine e dalle sue meravigliose parole. Ha creato un personaggio dal nulla noto per i suoi giochi di parole, Albus  Percival Wulfric Brian Dumbledore (la citazione sopra riportata è proprio sua: appare ala fine del secondo libro, mentre nei film viene inserita all'inizio del terzo). Insomma, a big deal ah!!
Questi sette romanzi vedono la crescita del personaggio e dei suoi amici e insegnanti, vedono la storia che cambia e che si ripete. Tutto si evolve per far sì che Harry, Ron ed Hermione, appoggiati da tutti i loro “alleati” possano finalmente sconfiggere una volta per tutte Tom Riddle, più noto come Lord Voldemort.
Non voglio dilungarmi troppo, o rischio di inserire qualche spoiler qua e là. Il punto delle mie righe è il seguente: LEGGETE QUESTI LIBRI, ma solo in seguito guardatevi i film altrimenti tutto perde d'effetto. Ne vale totalmente la pena e li raccomando al mille per cento.
Con questo, concludo dicendo che voglio ovviamente sapere da voi qual è il vostro libro preferito, il vostro film preferito, il vostro personaggio preferito e quello che più detestate, la vostra OTP e la coppia che più detestate. Qui in ordine vi dirò i miei:
-Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban.
-Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban.
-Ron Weasley.
-Gazza
-Romione
-Dramione
Voglio sapere ciò che amate della saga e ciò che non vi va a genio. 
Assegno alla saga di Harry Potter cinque specchi, il top del top! Ci vediamo alla prossima settimana con un'altra recensione. Passo e chiudo֍


-wonderful fragments°

Commenti

  1. Siiiiiiiiiii :3 fan di Harry Potter mi sembrava strano che non lo foste! xD effettivamente hai ragione a consigliare i libri prima dei film (io mi sono trova a leggere i libri appena uscì il terzo film quindi i primi tre libri non li ho apprezzato come avrei dovuto T.T) Per la lista, invece, chiedo scusa ma assomiglia un po' alla tua ^~^':
    -il prigioniero di Azkaban
    -il prigioniero di Azkaban
    -Sirius Black
    -Ginny Wesley
    -Romione
    -Dramione
    Bè io adoro tutta la saga quindi faccio fatica a trovare qualche cosa in particola anche se ammetto che le descrizioni dei paesaggi (come il castello o i prati della scuola) mi emozionano tutte le volte che li rileggo (con le descrizioni dell'autrice riesco a vivere molti luoghi presenti nel libro è mi piace molto)...però ammetto che il quarto libro non mi è piaciuto, forse perché da li si parla più spesso di morti fino alla fine. Per carità mi rendo conto che rese più realistica la storia ma ammetto che mi ci ero affezionata a molti personaggi, quindi mi è dispiaciuto vederli morire T.T
    Il quarto libro mi piace poco anche perché ricordo che la sfida tre maghi non la capivo ho dovuto vedere il film due volte e rileggere di conseguenza il libro per capire di cosa si trattava e a cosa servisse! :'D

    RispondiElimina

Posta un commento

Letture del mese

Recensione "Era una moglie perfetta" by A. J. Banner

Recensione "Dream Magic" by Joshua Khan

Recensione "Lo spazio tra le stelle" by Anne Corlett

Recensione: I capolavori di H.G. Wells

Recensione "Ogni cosa a cui teniamo" by Kerry Londsale

News: Hybrid's Legacy Saga - Contest Fotografico