Recensione Apocalypse now now

No,non è un errore di stampa e nemmeno di battitura. Now now, in Sudafrica, è un espressione che si riferisce a un breve lasso di tempo che precede un'azione. E cosa c'è di più inquietante se non un apocalisse a breve? 



Apocalypse now now (primo della serie scritta da Charlie Human) racconta di un sedicenne, Baxter Zevcenko, tormentato da visioni di inaudita violenza e capo di una gang clandestina che vende materiale pornografico nel cortile della scuola. In una Città del Capo corrotta e terrorizzata da una serie di omicidi commessi dal soprannominato Killer della Montagna, Baxter assolderà un cacciatore di taglie del mondo sovrannaturale per ritrovare la sua ragazza rapita dal Killer. I due affronteranno incubi al limite dell'immaginazione, nel quale verranno a conoscenza del loro passato e origini. Conosceranno un mondo nascosto e invisibile agli occhi di tutti, e sarà loro compito riportare la pace.


Ho trovato questo libro per puro caso, in una sperduta libreria di un paesino ligure. Stanca dei soliti vampiri e lupi mannari coi loro amori impossibili, questo libro mi ha subito catturata. Fidatevi, se non basta un cinico sedicenne fuorilegge a farvi amare questo libro, lo farà la scelta delle creature sovrannaturali: goblin elettrici, demoni dalle sembianze di corvi giganti, nani che praticano il kung-fu, elementi tipici del folklore sudafricano. Il libro scorre veloce, ma vi avverto: è molto crudo e violento, quindi lo sconsiglio vivamente ai deboli di cuore. Detto questo, buona lettura e ci vediamo alla prossima! 


















Anna

Commenti

Letture del mese

Recensione "Era una moglie perfetta" by A. J. Banner

Recensione "Dream Magic" by Joshua Khan

Recensione "Lo spazio tra le stelle" by Anne Corlett

Recensione: I capolavori di H.G. Wells

Recensione "Window Beyond the Window" by Lee Aru

Recensione "Ogni cosa a cui teniamo" by Kerry Londsale