Recensione "Una sfida come te" by Katie McGarry



Una sfida come te è il terzo capitolo della serie Oltre i limiti di Katie McGarry. I volumi che la compongono sono, in ordine, Oltre i limiti, Complice la notte (novella breve), Un'estate contro (romanzo intermedio), Scommessa d'amoreUna sfida come te, Take Me On e Chasing Impossible (entrambi ancora inediti in Italia). La serie racconta le storie, complicate e spesso problematiche, di adolescenti. Sebbene i ragazzi appartengano allo stesso gruppo, e tendono quindi a comparire in tutti i libri, ogni volume si concentra principalmente su una coppia di essi, adottandone il punto di vista, approfondendone e illustrandone la storia d'amore. In questo modo è possibile leggere ogni capitolo della serie anche senza conoscere i precedenti e/o i successivi, ma viene ugualmente data la chance di soddisfare la curiosità su uno o più personaggi, leggendo il libro ad essi dedicato.
In Una sfida come te sono Rachel e Isaiah a prendere il microfono, alternandosi nel raccontare in prima persona la vicenda che li riguarda. Rachel Young è la giovane rampolla di una numerosa e assillante famiglia dell'alta società. Grazia, bellezza, successo è quello che i genitori e i fratelli si aspettano e pretendono da lei, forzandola ad assumere il ruolo di Colleen, la sorella morta che lei non ha mai conosciuto. Ma Rachel è tutt'altro, a partire dalla sua passione, le macchine e i motori, e il continuo forzarsi dietro la maschera di perfezione sta lentamente distruggendo il suo stesso essere.
Copertina originale
Isaiah è un adolescente in affido abbandonato da tutto e da tutti. La sua vita, trascorsa tra una casa famiglia e l'altra, l'ha portato ad affrontare difficoltà troppo grandi per un ragazzo, e il peso che porta sulle spalle è uno di quelli che un diciassettenne non dovrebbe mai portare. La corazza di piercing e tatuaggi che lui stesso ha costruito per allontanare gli altri in realtà nasconde un giovane stanco, abbandonato, sul ciglio di un baratro. La stessa voragine scura si apre sotto i piedi di Rachel, ed entrambi rischiano di precipitarvi, se non troveranno la forza di aggrapparsi l'uno all'altra.
Una sfida come te non è solo una storia d'amore e di riscatto. Lo è principalmente, ma non totalmente. Il romanzo, scritto con lo stile semplice e scorrevole tipico degli Young Adult, è anche e soprattutto una sfida, per i personaggi in primo luogo, e per il lettore poi. La sfida del fidarsi e amare qualcuno, la sfida del perdono e del far pace con il passato, di rispettare, accettare e amare se stessi e l'altro per ciò che si è e non per chi si vorrebbe essere. La sfida dell'ammettere le proprie debolezze e i propri limiti. E la più difficile: la sfida del chiedere aiuto.
Mi è piaciuto molto come l'autrice tratta il tutto. Certo, non mancano i cliché e alcune piccole cadute di stile (l'insicurezza di Rachel, ad esempio, che è più che giustificata, ma che in alcuni punti diventa così eccessiva da risultare quasi forzata), ma in generale sono rimasta soddisfatta. Mi piace l'idea di mostrare la vita problematica di Isaiah non solo per dargli la classica aria da bad boy, ma perché vi è una reale volontà di parlare di situazioni così difficili. Mi piace la rivelazione di quanto sia fisicamente impossibile raggiungere la perfezione, perché questa non è umana, e perciò resterà sempre e inevitabilmente solo una facciata. E mi piace che i due protagonisti si alternino al microfono, così da mostrare entrambi i loro pensieri e le proprie emozioni. Altra idea originale, infine, è la playlist scritta nelle ultime pagine del libro, e pensata, come sottofondo al romanzo, dalla stessa autrice.
Una sfida come te è una lettura piacevole e leggera, ma che a ben guardare nasconde tra le righe una storia che ha tanto da insegnare e da cui prendere esempio (non nei suoi aspetti più estremi, però!). La suggerisco volentieri, perciò, anche solo per riconoscimento all'impegno posto dall'autrice, che si è accertata di essersi ben documentata e informata prima di procedere alla scrittura del romanzo.
Buona lettura!



Commenti

  1. Oh, mio Dio, non so neanche scrivere a parole quanto abbia amato questo romanzo *-* (trovi la mia recensione heeere !)
    Rachel è una protagonista forte, l'ambientazione è favolosa e Isaiah... Oh, Isaiah *occhi a cuore*. Non pensavo mi entrasse così tanto nel cuore e invece è diventato il mio personaggio preferito tra quelli della McGarry in men che non si dica!
    Niente da fare, ho amato questo romanzo in tutto e per tutto.
    Rainy

    RispondiElimina

Posta un commento

Letture del mese

Recensione "Once Upon A Zombie - Il colore della paura" by Billy Phillips e Jenny Nissenson

Recensione "The Dark Hunt - Il Tempio degli Abissi" by Julia Sienna

Recensione "I figli della tempesta" by Francesca Noto

Recensione "Piccante e delizioso" by Anna Grieco e Alexia Bianchini

Review Party: "Dream hunters - Il ponte illusorio" by Myriam Benothman

Blog Tour - Ad ogni costo