The Dark Zone: Intervista Doppia - Miriam Mastrovito




NOME.
I. Iuri
E. Elga

SOPRANNOME.
I. Non ne ho ma in paese, a volte, mi chiamano “becchino” perché lavoro a stretto contatto con i cadaveri.
E. Nessuno, ma qualcuno mi dà della pazza.

ETÀ.
I. 33, in questa vita.
E. 34.

RAPPORTO CON L'ALTRO SESSO.
I. Amo una sola donna dacché ho memoria, le altre non mi interessano.
E. Ho amato immensamente mio marito, da quando è morto ho smesso di amare.

IL TUO UOMO/DONNA IDEALE.
I. Ho solo una donna ideale.
E. Mio marito.

COLORE PREFERITO.
I. Nero.
E. Nero, sono una dark.

CIBO PREFERITO.
I. Nessuno in particolare. In compenso apprezzo molto l’assenzio servito al R.I.P.
E. Non amo particolarmente il cibo, il più delle volte ho lo stomaco chiuso.

DI QUALCOSA ALL'ALTRO.
I. Ti amo e c’è stato un tempo in cui anche tu mi hai amato, prima o poi ricorderai.
E. Sei pazzo, sei completamente pazzo.

TRE AGGETTIVI PER DEFINIRE L'ALTRO.
I. Bellissima, unica, sfortunata.
E. Folle, appiccicoso, inquietante.

UN LUOGO A CUI SEI MOLTO LEGATO.
I. Il cimitero: è lì che ho i miei migliori amici ed è lì che incontro spesso la donna che amo.
E. Il laboratorio in cui creo le mie bambole. Amo il mio lavoro e in questo posto mi sento vicina alla mia Martina perché anche lei adorava le bambole e le piaceva stare qui.
BEVANDA PREFERITA.
I. Vino rosso.
E. Nessuna, ma se esistesse una pozione per dimenticare tutto e cancellare il dolore…

BEVANDA ALCOLICA PREFERITA.
I. Sempre vino rosso.
E. Non bevo alcolici.

GIORNO O NOTTE.
I. Giorno, ho più probabilità di incontrare Elga.
E. Giorno, ho la possibilità di distrarmi con il lavoro. Di notte i cattivi pensieri hanno campo libero.


FAI UN SORRISO.
I. Si esibisce in un sorriso obliquo, in evidente imbarazzo.
E. Mostra il dito medio.

SALUTA L'ALTRO.
I. Le manda un bacio.
E. Vaffanculo!


- CuorediInchiostro

Commenti

Posta un commento

Letture del mese

Recensione "Era una moglie perfetta" by A. J. Banner

Recensione "Dream Magic" by Joshua Khan

Recensione "Lo spazio tra le stelle" by Anne Corlett

Recensione "Window Beyond the Window" by Lee Aru

Recensione: I capolavori di H.G. Wells

Recensione "Ogni cosa a cui teniamo" by Kerry Londsale